Enti Pubblici

Titolo: Il nuovo decreto sicurezza urbana
Autori: Sergio Bedessi, Emiliano Bezzon, Giuseppe Napolitano, Michele Orlando, Fabio Piccioni
Editore: Maggioli Editore
Anno: maggio 2017
Pagine: 204
Formato: 17x24 cm
Edizione: prima
Codice isbn: 9788891622969
Prezzo di copertina: 34,00 Euro

Clicca per procedere all'acquisto


Il ruolo del Comune e della Polizia Locale dopo il D.L. n. 14-2017 convertito in Legge n. 48-2017

In appendice le indicazioni per l'adeguamento dei regolamenti comunali di polizia urbana


Il testo si caratterizza per la profondità e accuratezza dell'analisi giuridica delle nuove norme in materia di sicurezza urbana, funzionale alla migliore comprensione delle finalità individuate dal legislatore ma, anche e soprattutto, alla produzione e attuazione dei nuovi strumenti normativi e gestionali introdotti.

Amministratori locali e operatori della sicurezza, ai diversi livelli, possono qui trovare anche declinazioni operative e attuali sulla ricaduta delle nuove norme nell'amministrazione delle comunità territoriali, in termini di opportunità e di responsabilità.

Partendo dall'analisi del nuovo concetto di sicurezza urbana e del sistema di governance interistituzionale previsti dalle norme, il volume propone un'analisi puntuale di tutti gli articoli della nuova legge, affrontati per temi e funzioni, così da rendere il testo fruibile sia in termini di studio complessivo della materia che di approccio diretto ad argomenti puntuali.

L'utilizzo di esemplificazioni e schemi intende favorire la migliore comprensione dei testi di legge, anche in relazione al sistema giuridico previgente e alle norme correlate richiamate, facendo del testo il primo e più completo manuale della nuova sicurezza urbana a disposizione di quanti vogliano approcciare il governo della sicurezza cittadina in termini di studio, di responsabilità amministrativa e di attività di polizia del territorio.

Particolarmente utili risultano, infine, le indicazioni contenute in appendice per l'adeguamento dei regolamenti comunali di polizia urbana, che guidano alla stabile introduzione di norme attuative delle previsioni del nuovo decreto sicurezza, con la conseguente irrogazione delle sanzioni ivi previste.


Indice
1. Il nuovo modello di partenariato interistituzionale e il coordinamento delle politiche di sicurezza urbana fra enti locali, regioni e Stato
1.1. Premessa
1.2. Le nuove norme sul partenariato interistituzionale e il coordinamento in materia di sicurezza urbana
1.3. Le possibilità pratiche per le amministrazioni locali: un esempio

2. La polizia amministrativa locale: evoluzione concettuale e punti di contatto con la materia della pubblica sicurezza

3. Ordine pubblico e sicurezza pubblica: l'evoluzione normativa verso il principio di partecipazione locale alle politiche di sicurezza
3.1. Ordine pubblico e sicurezza pubblica: due definizioni difficili
3.2. La cessione agli enti locali di funzioni in materia di polizia e i primi timidi tentativi di cogestione della sicurezza
3.3. Il pacchetto sicurezza e la prima esperienza strutturata di partecipazione degli enti locali alle politiche di sicurezza
3.4. Verso il d.l. 14-2017 e oltre

4. La definizione di sicurezza urbana, tra vecchia impostazione e d.l. n. 14-2017: il ruolo del comune
4.1. Gli accordi di partenariato tra privati ed enti locali
4.2. Gli interventi di riqualificazione urbana
4.3. Gli accordi con le prefetture: patti locali per la sicurezza urbana
4.4. I servizi e gli interventi di prossimità
4.5. Reti di volontari per la salvaguardia dell'arredo, dei parchi e delle aree verdi
4.6. Il contrasto al commercio abusivo
4.7. La promozione dell'inclusione della protezione e della solidarietà sociale
4.8. Installazione di sistemi di videosorveglianza e interconnessione delle centrali operative

5. Il ruolo della polizia locale nelle nuove politiche di sicurezza
5.1. Le assunzioni in polizia locale
5.2. La causa di servizio e l'equo indennizzo per gli operatori di polizia locale
5.3. La formazione
5.4. L'accesso alle banche dati

6. L'evoluzione della potestà regolamentare dei comuni, con riguardo alle misure di sostegno della sicurezza urbana
6.1. Breve descrizione riepilogativa del rimando ai regolamenti comunali da parte del d.l. n. 14-2017
6.2. Parabola evolutiva della potestà regolamentare comunale e ragioni della previsione di norme locali di prevenzione e cura del degrado, connesse agli orari di somministrazione degli alcolici
6.3. Le ragioni della previsione di norme locali di perimetrazione di ambiti urbani, ai fini dell'ordine di allontanamento

7. Le ordinanze del comune: partizione ed organizzazione delle competenze e dei relativi ambiti di operatività
7.1. Breve prolusione descrittiva della modifica al potere di ordinanza sindacale
7.2. Le due ragioni alla base della novella
7.3. Le ordinanze in materia di sicurezza urbana: il restringimento del campo di azione
7.4. Conseguenze sanzionatorie per la violazione delle ordinanze e problemi connessi alla esecuzione coatta
7.5. La reiterata violazione dell'ordinanza sindacale in materia di orari come presupposto dell'art. 100 TULPS
7.6. Riepilogo sulle tipologie di ordinanze comunali
7.7. Conclusioni sulla modifica al potere di ordinanza

8. Disposizioni a tutela della sicurezza e del decoro: misure a tutela di particolari luoghi

9. Disposizioni a tutela della sicurezza e del decoro: ordine di allontanamento e divieto di accesso

10. L'occupazione arbitraria degli edifici e poteri esecutivi di sfratto, tra azione amministrativa ed azione giudiziaria
10.1. Breve introduzione descrittiva dell'articolo 11 del d.l. 14-2017 e immediata valutazione di insufficienza della norma
10.2. La tutela giudiziale in favore del proprietario dell'immobile abusivamente occupato
10.3. La peculiare tutela amministrativa in favore del proprietario pubblico dell'immobile abusivamente occupato
10.4. La tutela possessoria contro gli ordini di sgombero o di liberazione degli immobili pubblici
10.5. L'inutilità del d.l. 14-2017 sul piano dell'autotutela esecutiva per la liberazione del patrimonio pubblico: esplorazione delle ragioni della novella

11. Movida e controllo pubblico della somministrazione di alcolici: gli strumenti pubblici di contenimento e controllo
11.1. Un primo gruppo di interventi: le disposizioni in materia di pubblici esercizi
11.2. Un secondo gruppo di interventi: la modifica dell'art. 100 del TULPS

12. Le (ulteriori) misure di contrasto allo spaccio di stupefacenti presso i locali pubblici e le scuole
12.1. Il DALPU
12.2. Le misure aggiuntive
12.3. Il procedimento
12.4. Le sanzioni
12.5. Attualità

13. L'integrazione della disciplina sulle misure di prevenzione personali

14. Obblighi giudiziari di ripristino delle deturpazioni e concorrente disciplina amministrativa

15. I parcheggiatori abusivi

16. Le altre norme del d.l. n. 14-2017 e prognosi di efficacia dell'intervento normativo

Appendice
Adeguamento del regolamento comunale di polizia urbana
Decreto legge 20 febbraio 2017, n. 14 Disposizioni urgenti in materia di sicurezza delle città


Autori
Sergio Bedessi
Già comandante di Polizia Municipale, Presidente CEDUS - Centro Documentazione Sicurezza Urbana e Polizia Locale.

Emiliano Bezzon
Comandante di Polizia Locale, autore di diverse pubblicazioni in materia di sicurezza, polizia giudiziaria, circolazione stradale e organizzazione del lavoro.

Giuseppe Napolitano
Avvocato, specializzato in diritto amministrativo, dirigente comunale, docente in ambito universitario e tecnico-professionale in diritto amministrativo e diritto della circolazione stradale.

Michele Orlando
Abilitato alle professioni legali, comandante di Polizia Municipale, formatore per conto della Scuola Regionale di Polizia Locale della Campania.

Fabio Piccioni
Avvocato del Foro di Firenze, patrocinante in Cassazione, docente di diritto penale alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali.